CULTER PRESENTA
LA CULTURA DELLE POSATE

POSATE E COLTELLI DA BISTECCA PER LE OCCASIONI PIÙ SPECIALI

Tutto inizia con il rituale

Sedere intorno alla tavola e godersi un pasto speciale. Un’identità culturale e sociale legata al piacere di stare insieme, ritrovarsi, festeggiare, brindare, a, chiacchierare, ridere…

Il rituale

Il rituale del pasto è un’occasione per offrire ospitalità e condividere un momento importante con i tuoi amici e invitati. Spesso, ci riunisce anche per festeggiare, condividere alcuni piatti e alcune bevande al di fuori della routine quotidiana.

Intorno alla tavola nascono conversazioni di tutti i tipi. Un vero scambio di esperienze e una manifestazione di reazioni e comportamenti.
Rituali efficaci in grado di risvegliare emozioni, sapori, odori e sensazioni che riprendono vita nelle occasioni più speciali. Mangiare dovrebbe essere un’esperienza unica.

Un oggetto di culto

Ogni dettaglio collegato alla tavola è una scena in cui convivono sensazioni, emozioni. Fa nascere ricordi destinati a durare nel tempo. Abitudini collettive che hanno origine nell’antichità.

A quell’epoca, le dita e le mani costituivano un autentico set di posate quotidiane e gli utensili più raffinati si utilizzavano solo per pasti molto speciali.

L’adattamento alla domus (casa) e l’abbandono del nomadismo permisero di sviluppare utensili per favorire la comodità e dignificare l’azione stessa di mangiare, per renderla più sofisticata.

Culter. La cultura

Culter rappresenta la cultura delle posate. Un vincolo tra l’oggetto di culto e la celebrazione del rituale. Un modo di percepire il sapore degli alimenti e le radici culturali di una società. Un elemento che aiuta a godere del pasto per risvegliare sensazioni ed enfatizzare il valore simbolico del rituale.

Le nostre posate aumentano l’importanza di questi utensili sulle nostre tavole.

culter cutlery
  • THE CULTURE OF CUTLERY

La qualità, il design e l’esperienza rappresentano valori che si riflettono in ciascuna delle nostre collezioni di posate e coltelli da bistecca.

Elisabet

38, Barcelona

Un’occasione speciale. La tavola di legno dove è stato disposto tutto, curandolo fino all’ultimo dettaglio. E le posate, intorno ai piatti di porcellana, riflettono un rituale che è iniziato proprio ora.

La luce calda delle piccole lampadine in cortile ci permette di godere di questa notte tranquilla e splendente.

Mentre arrivano i soliti ritardatari, dispongo le ultime forchette sui tovaglioli di stoffa. Sottili e delicati al tatto.

Tutti si siedono e mi chiedono come stiamo. Iniziamo una di quelle lunghe chiacchierate in cui sono felice di vedere le persone entusiasmate, sorridenti e a loro agio.

In sottofondo, ascolto il rumore dissimulato delle posate solide e resistenti di acciaio. Quel rumore che mi piace tanto, perché so che oggi è uno di quei pasti speciali, in cui siamo quasi tutti seduti intorno alla tavola.

Jose

51, Seville

Come ogni anno tutta la nostra famiglia si riunisce nel paesino di Cantillana. Sono date speciali in cui ciascuno di noi è protagonista intorno a una grande tavola pronta per il pasto.

È quell’istante in cui godi della compagnia dei tuoi fratelli o cognati che non vedi spesso, e allo stesso tempo assapori un pranzo squisito con posate e piatti di qualità, che vengono conservati per un’occasione speciale.

Oggi, la zia ha cucinato un pollo ripieno che ha ricordato a tutti noi quel piatto così tipico che preparava la nostra nonna.

Tra la nostalgia di quel ricordo, le posate e i bicchieri riflettono un momento di festa e felicità raggiante.

Ci piace questo modo di condividere momenti piacevoli intorno alla tavola, con la calda luce delle candele e l’oscurità della notte, una volta terminata la lunga chiacchierata dopo cena.

Angel

45, Madrid

Un misterioso incontro con il nostro gruppo di amici.

Tra le bottiglie di vino e i bicchieri mezzo pieni, una sensazione di entusiasmo e felicità estrema. Non c’è motivo più affascinante di felicità della nostra stessa amicizia e di come la celebriamo, così, semplicemente con un grande sorriso.

Stavamo tutti godendo della compagnia mentre assaporavamo un filetto autentico preparato da Gonzalo. Gli è sempre piaciuto cucinare, riunirci tutti e apparecchiare la tavola come per una grande festa. Posate con un tono metallizzato splendente, e quella tovaglia raffinata di un negozio aperto da poco nel quartiere di Salamanca. Tutto sempre combinato in modo impeccabile e straordinariamente perfetto.

Mentre prendevo un pezzo di filetto con la forchetta, Ana ha dato tre colpetti con il suo coltello sul bicchiere pieno d’acqua. Un profondo silenzio e un grande brindisi di felicità. Abbiamo festeggiato tutti. Ana aspettava un altro bambino.